Archive for luglio 2008

19 Aprile…

29 luglio 2008

Ciao Cucciolo… il nostro appuntamento è solo rimandato… però è stato un momento prezioso ed è stato bello pensarti.

Pensieri che si contrappongono provenienti dal cuore ma soprattutto dalla mente.

Questa Vita non finisce mai di stupirmi… Sono fortunato.

Annunci

Stranger in a Strange Land…

28 luglio 2008

Alle volte sono strano… me lo dico da solo, e faccio veramente fatica a capirimi.

Riesco a passare dallo scazzo del “m’è morto il gatto” all’allegria serena come se avessi dei click che mi scattano nella testa, interruttori che riesco a switchare inconsapevolmente e che non so come controllare, eppure mi succede.

Se solo riuscissi a migliorar la mia diplomazia ed a eliminare un pò di prevenzione che ho nella testa, ne guadagnerei assai.

Restare solo.

Spesso lo cerco per non dovermi pentire di farle e dirle ancora più grosse… ma vivo male con me stesso queste situazioni…e sembro non riuscire a reagire ed a farmela passare… odio stare così… sembra quasi che io abbia una pazienza infinita a tollerare i rompipalle durante la settimana ma che nel mio tempo libero questa capacità si sciolga come neve al sole… per fortuna mi basta circondarmi di persone, anche conosciute in un battito di ciglia, per riappropriarmi del mio buonumore.

Meno male che so ridere.

Smetter di esser servi silenzioni

26 luglio 2008

Son sempre più convinto che solo con le cattive si potrà ottenere qualcosa… Tonino… lo strumento del referendum… come può funzionare in un Italia di corrotti dove ora si può togliere tranquillamente da ogni tribunale la frase: “la legge è uguale per tutti” … tutti questi attacchi alla magistratura sono la conseguenza del fatto che i giudici perseguono chi delinque = chi fa politica! L’unica fortuna dell’Italia? L’età del Premier… prima o poi… finirà! Ma perchè in Italia si tollerano personaggi come Renato Farina?

Renato Farina è stato inserito come diciassettesimo nelle liste del PdL, Popolo della libertà, per la Camera Lombardia2, nell’ambito delle elezioni politiche dell’aprile 2008 ed è stato eletto deputato della XVI Legislatura.

BMW K 1200 GT: Excellence in motion.

25 luglio 2008

Provata stasera!

C’ho fatto un giretto nei dintorni di Pandino e il mototurista ha preso il posto del motosparone… non che vada piano… anzi!!! E’ pur sempre un mezzo da oltre 250 km/h…

Il Dutur per l’occasione sfoggiava la sua maglietta “Polizei” ed è passato sotto casa mia a mezzanotte e ci siam messi a far casino ed a provarla… Inizialmente ero un po’ perplesso e forse prevenuto su questo tipo di moto, c’ho fatto un giretto e la prima sensazione facendola salire dal cavalletto laterale è stata l’inerziaaa!!! Omg quanto pesa sto bestione! a momenti andavo giù dall’altra parte… son abituato ai 160 kg da sollevar della mia R6, mica ai 280 di questa motorrad!

Comunque il motore spinge forte, per spostar sta mole ci vuole, una bella tirata quasi a fondoscala della zona rossa del contagiri per apprezzare il cupolino regolabile elettricamente in altezza e la figata del cruise control per impostarne la velocità costante automaticamente… ed insomma, mi ha ricordato come stile di guida e posizione in sella troppo il mio Kawasaki ZZR… sigh, ei fu…

Per i motociclisti appassionati di turismo, le lunghe distanze e le prestazioni e la qualità. Si aspettano che la potenza della moto sia elevata quanto la sicurezza – il tutto racchiuso in una moto “top qualità” con un disegno emozionante. Possono anche guidare la moto per alcune migliaia di rilassanti chilometri, assaporando il puro piacere per ogni metro della strada. Questa è l’esperienza “Gran Turismo” offerta da BMW Motorrad – il mondo della nuova K 1200 GT!

La K 1200 GT ha uno dei motori più all’avanguardia e più potenti nel segmento Touring. 155 CV di potenza e una coppia di 130 Nm danno un messaggio chiaro: il cuore dell’affascinante BMW K 1200 S con la sua coppia elevata può essere sicuramente definito sportivo.

L’unicità del telaio con Duolever e con la regolazione elettronica delle sospensioni – ESA uniti a freni eccellenti assicurano che le prestazioni della moto siano sempre sotto controllo.
La sicurezza non lascia desiderare nient’altro: l’ABS e l’indicatore elettronico del consumo delle pastiglie dei freni , troviamo il cruise control automatico, il computer di bordo o le luci allo Xeno. L’equipaggiamento funzionale mette inoltre a disposizione l’antifurto, la sella riscaldabile e molte soluzioni per garantire la massima comodità.
Non è necessario dire che un leader di tecnologia come la BMW K 1200 GT ha inoltre una grande capacità di carico ed una perfetta protezione dalle intemperie. In pratica: BMW Motorrad apre una nuova dimensione a tutti gli appassionati del viaggio dinamico e comodo.

Confermato ed approvato.

Science and thirty points… and the weight goes up and up! Tvb

24 luglio 2008

Human CHN1 Mutations Hyperactivate {alpha}2-Chimaerin and Cause Duane’s Retraction Syndrome.

Duane’s retraction syndrome (DRS) is a complex congenital eye movement disorder caused by aberrant innervation of the extraocular muscles by axons of brainstem motor neurons. Studying families with a variant form of the disorder (DURS2-DRS), we have identified causative heterozygous missense mutations in CHN1, a gene on chromosome 2q31 that encodes {alpha}2-chimaerin, a RacGAP signaling protein previously implicated in the pathfinding of corticospinal axons in mice. We show that these are gain-of-function mutations that increase {alpha}2-chimaerin RacGAP activity in vitro. Several of the mutations appear to enhance {alpha}2-chimaerin translocation to the cell membrane or enhance its ability to self-associate. Expression of mutant {alpha}2-chimaerin constructs in chick embryos resulted in failure of oculomotor axons to innervate their target extraocular muscles. We conclude that {alpha}2-chimaerin has a critical developmental function in ocular motor axon pathfinding.

Congratulations Champions… 🙂

Il baratro…

22 luglio 2008

Silvio… hai ragione… devo ammetterlo… ci sono tanti coglioni in Italia.

La mancanza di etica, dignità, vergogna e senso del dovere legittimano qualunque concetto ribaltato.
Il fatto che siano venuti a galla 6 milioni di tangenti intascate da Ottaviano Del Turco non è per senso di onestà del re delle cliniche Angelini, ma è perché quest’ultimo, dopo aver pagato, non ha avuto ciò che si aspettava: favori e meno controlli alle sue strutture.