Bertold Brecht


Nel 1933, il giorno successivo al rogo del Reichstag, Bertold Brecht abbandonò Berlino. Nel maggio dello stesso anno i suoi libri vennero messi al rogo.

Sua la citazione che spero faccia riflettere, visto che Rodin fa pensar le statue, forse c’è speranza:

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare.

Questo governo che ci sta preparando ad una cultura di odio e intolleranza avrà forse un solo merito. Quello di incancrenire le cose in maniera tale che poi perirà per suicidio. I delinquenti che vengono qua fanno quel cazzo che vogliono proprio perchè abbiamo un sistema giudiziario disastroso e distrutto dagli stessi che hanno creato questo clima di paura. Io ce l’ho con chi sbaglia e NON paga. Che sia nato a Bucarest, a Tirana, o ad Arcore non mi interessa!

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: