The King of the Road




Joey Dunlop
(Ballymoney, 25 febbraio 1952 – Tallinn, 2 luglio 2000) amava moltissimo la Sua famiglia, alla quale era molto legato, e che lo aiutava nella conduzione del Pub del dopolavoro ferroviario all’interno della stazione di Ballymoney, il Joey’s Bar. Alle luci della ribalta e della popolarità preferiva senz’altro le luci fioche delle lampade all’interno del suo garage dove, appena poteva, si rifugiava per intervenire personalmente sulle Sue moto.

Questo suo carattere timido lo faceva sembrare schivo, ma era tutto il contrario. A tale proposito un episodio di Colin Peters, grandissimo tecnico per moltissimi anni in forze al Team Honda Britain con incarichi vari fino a divenire il responsabile. Colin rimase stupito dal fatto che Joey quando rientrava ai box dai turni di prova con le varie moto si toglieva il casco e i guanti e iniziava a intervenire personalmente sul setup delle sue moto, incuriosito e forse anche un pochino indispettito da questa “esclusione” Colin chiese il motivo di questo comportamento del suo pilota ad un altro meccanico e la risposta fu: “Non ti preoccupare Colin, Joey ti conosce e si fida assolutamente delle tue qualità professionali ma non osa chiederti nulla per paura di disturbarti!”

Spesso con il furgone che utilizzava per raggiungere i campi di gara distribuiva cibo e vestiti oltre che in Romania anche in Bosnia. Dunlop svolgeva questa sua opera in silenzio, coerentemente al suo carattere schivo. La televisione dell’Irlanda del Nord trasmise in diretta le esequie alle quali parteciparono numerosissime persone e per l’occasione in Irlanda del Nord fu dichiarato un giorno di pace nazionale e questo fu il primo, e finora unico, giorno di pace nazionale in un secolo di conflitti.

L’Isola di Man gli rese onore con una targa ricordo situata nella zona della partenza; Gli intitolò il 26° miglio del Mountain Corse in onore delle 26 vittorie su quel magico tracciato e in collaborazione con la Arai Europe pose, nei pressi del Museo Murray di Bungalow, una statua in bronzo a grandezza naturale raffigurante Joey in sella alla Sua Honda VTR 1000 SPW. Questa statua è orientata verso Ballymoney dove ne è stata posta un’altra uguale a testimonianza di un simbolico gemellaggio tra le due località.

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: