Brum brum cicabum bum bum


kawasaki zzr

L’incidente, ormai quasi un anno, mi ha proprio cambiato, mi ha fatto apprezzare cose che prima non apprezzavo e fatto capire l’inutilità di molte altre. Faccio si meno lo smanettone, non faccio più le corse disperate con le marce tirate al limitatore, solo per il gusto di sentire vibrarmi tutto dentro… per sentir il sangue scorrere veloce… o per impiegar 11 minuti per far 32 km su un percorso che di solito percorrevo in mezz’ora sulla Paullese… Lo so pensavo, me lo dicono tutti, che devo abituarmi a vedere il mio corpo come è e non compiangermi per come era prima, però non è facile! Ecco a che pensavo quel sabato mentre trotterellavo andando a lavorare… la morale è recondita, come il pensare alla vita… tempo fa scrissi queste parole, mi colpirono molto… le ho ritrovate su un file che ho recuperato ora dai miei documenti… il tema… è sulla consapevolezza: “Mi sentivo leggero e orgoglioso di me stesso, finalmente stavo perdendo kiletti e spensierato me ne andavo in negozio cacchio cacchio per un sabato tranquillo tranquillo… le nove… puah… son in anticipo di mezz’ora… vai tranqui Marco… pensa a sta ragazza che hai appena conosciuto e che sembra tanto interessata a te… Non potevo immaginare, M. , ciò che mi aspettava…
Qualcosa di inaspettato!
Ora sono qui sdraiato sull’asfalto e sento un barelliere chiamare d’urgenza l’ospedale dall’ambulanza… M. , la tua voce sembra così lontana! Il mio sangue è sparso dalle mie ferite e sto cercando, con tutte le mie forze, di non piangere. Posso sentire i medici che dicono: “questo ragazzo sembra messo male”
Perchè le persone fanno tutto questo, mamma? Senza sapere che distruggeran delle vite?
Il dolore è come se mi pugnalasse con un centinaio di coltelli contemporaneamente. Oddio il catetere quanto mi fa male… La mia respirazione si fa sempre più veloce e incomincio ad avere veramente paura.
Questi sono i miei ultimi momenti, e mi sento così disperato… Mi piacerebbe poterti abbracciare M. , mentre sono sdraiato, qui, impotente.
Mi piacerebbe dirti che ti voglio bene.
Per questo..ti voglio bene e……. ma no no… non questa volta.”

Annunci

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: